Articoli

Storia

L’azienda nacque alla fine dell’Ottocento come TIPOGRAFIA BOARO.

In quell’epoca, il nobile Paolo Camerini, grande proprietario terriero veneto a Piazzola sul Brenta, fu autore di un esperimento industriale unico nel suo genere: accanto alle sue altre realtà produttive -come la Filanda, lo Iutificio, la Fornace e altro ancora- egli volle costituire anche una tipografia a servizio di tali attività, in quanto strategica allo sviluppo dell’insediamento e dell’intera area.

Il più antico documento rinvenuto negli archivi aziendali, che testimonia l’attività in essere al tempo, è uno stampato del 1897.

Durante il periodo comprendente la Prima e Seconda Guerra Mondiale, pur nelle difficili contingenze dell’epoca, la tipografia ha sempre continuato ad operare, contribuendo in termini essenziali all’economia del territorio.

Nel secondo Dopoguerra, in una fase di transizione particolarmente delicata, la stamperia ha accompagnato la ripresa di un’area così duramente segnata dalle ferite della guerra.

Agli inizi degli anni ’60, l’azienda fu acquisita da Leopoldo Franch, mutando la propria denominazione in TIPOLITO FRANCH. Furono anni di grande sviluppo e, benché l’attività avesse ancora un crisma artigianale, già essa stava mettendo le basi per quella che sarebbe divenuta presto una rilevante realtà industriale.

Oggi l’azienda, che dal 1985 ha preso il nome di Papergraf, aggiunge al proprio marchio il pay-off “printed by”, quale rinnovato impegno a siglare prodotti di alta qualità.